Come si cambia la frizione dell’auto?

Per sostituire la frizione dell’auto è necessario eseguire alcuni passaggi che, se fatti nella giusta maniera, permetteranno al proprietario dell’auto evitare di spendere molti soldi.

Come prima cosa, per poter sostituire la frizione dell’auto è necessario trovare un luogo dove l’auto rimanga leggermente in alto rispetto il suolo: un posto adatto dove posizionare l’auto può  essere una buca, ovvero un luogo con dislivello, che permetterà di operare nelle parti inferiori dell’auto; in alternativa si può ricorrere all’utilizzo di un ponte professionale; anche se questo potrebbe essere più complicato, poiché bisognerebbe portare l’auto in officina.
Se la scelta cade sul ponte, bisogna ricordarsi di mettere in folle e lasciare disinserito il freno a mano, mentre per la buca, bisogna inserire il freno a mano e la prima marcia.

frizione auto ricambio

Successivamente, per iniziare ad operare sull’auto, occorre innanzitutto smontare le ruote anteriori della stessa, in quanto le parti che compongono il cambio dell’auto si trovano nella parte anteriore: per smontare le ruote, non bisogna far altro che rimuovere l’eventuale coperchione, e successivamente, svitare con molta delicatezza i bulloni che tengono la ruota all’asse, facendo attenzione a non danneggiarla. Una volta rimossi i bulloni, questi devono essere conservati, poiché saranno essenziali nel momento in cui le ruote dovranno essere montate nuovamente sull’auto.

Tolte le ruote, la seconda operazione da fare risulta essere quella di smontare gli ammortizzatori anteriori dell’auto: per fare codesta operazione, bisogna innanzitutto rimuovere i vari perni e svitare i bulloni presenti sul fusello porta mozzo, per poi concentrarsi sulla rimozione della testina del braccio inferiore e successivamente, smontare, sempre con estrema delicatezza, la testina della scatola guida.  Trattandosi di ammortizzatori anteriori, occorrerà aprire il cofano del motore, poiché diverse parti da smontare si trovano all’interno di esse, e cercare di fare attenzione durante codeste fasi di smontaggio.

Autoricambi multimarche

A questo punto, bisognerà staccare il motorino di avviamento per motivi di sicurezza, poiché una qualche scintilla potrebbe far nascere delle situazioni che potrebbero essere altamente pericolose: per fare questa operazione, risulta essere essenziale scollegare i perni di fissaggio, e successivamente, scollegare la parte elettrica, poiché bisogna asportare completamente il cambio. Infine, sempre per motivazioni di sicurezza, occorrerà staccare il cavo positivo della batteria, evitando che qualche scintilla generata dalla stessa batteria possa creare situazioni di pericolo.

Scollegati batteria e motorino d’avviamento, bisognerà fare delle piccole operazioni per poter proseguire nella sostituzione del cambio della propria auto: come prima cosa, bisogna scaricare l’olio del cambio, svitando il tappo nella parte bassa del cambio, cercando di recuperare l’olio che cadrà in una vaschetta; successivamente, occorrerà smontare i semiassi, rimuovendo i due perni che li tengono incollati al cambio, per poi staccare la leva del cambio e rimuovere il filo della frizione ed infine, svitare i supporti del cambio, che generalmente risultano essere due.

A questo punto, bisognerà operare in due per poter scollegare il cambio da motore: una persona deve sostenere materialmente il cambio del motore, mentre la seconda deve, in maniera delicata, rimuovere i dadi che tengono collegati la campana del cambio del motore a quelli dei supporti del motore stesso, utilizzando diverse chiavi e conservando i bulloni che tengono salde codeste due parti, mettendoli ovviamente da parte.Infine, occorrerà rimuovere disco e spingi disco scollegandoli dal volano, semplicemente svitando i dadi che collegano codeste due parti, in maniera tale che si possa rimuovere il disco della frizione. Per rimontare la frizione, occorre procedere, seguendo tutti questi passaggi, al contrario.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(Required)

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Proudly powered by WordPress   Premium Style Theme by www.gopiplus.com