La Mini Cooper sbarca su Spotify

La nuova Mini, il cui design è sempre di Alec Issigonis  – tecnicamente la quarta serie dopo l’originale, quella del 2001 e del 2007 – riserva tante novità:

le luci a LED, lo spoiler, la calandra esagonale, l’estinzione dello slot per la chiave, i cerchi da 18’’, i cinque nuovi colori.
È diventata un po’ più dolce da guidare, soprattutto nel traffico cittadino, grazie in particolare alle sospensioni più morbide. Ma non troppo:
Resta l’effetto go kart che piace in tutto il mondo.

Tante le novità anche sotto il profilo della sicurezza e della connettività.
Fra queste, tutte come optional, l’High Beam Assistant, l’Head Up Display (che proietta le informazioni su un vetrino che spunta fra parabrezza e volante), la telecamera per il parcheggio facilitato e l’assistente di guida, specie di cruise control intelligente che frena nelle emergenze e ti evita pasticci. Su tutte svetta però il nuovo Mini Connected, l’arricchito sistema di infotainment di bordo, anche in versione XL, con SIM integrata, prima vettura del suo segmento.

Il rinnovato cambio a sei rapporti è comunque rimasto secco e preciso: i Progettisti e manager della BMW, che da ormai quasi 15 anni controlla la storica azienda britannica, sanno di avere fra le mani una pietra preziosa che fra le varie versioni ha fruttato, nello stesso periodo, quasi tre milioni di pezzi venduti nel mondo.

mini-2014-811
Più di 17mila solo in Italia, secondo mercato mondiale, nel 2013. Insomma, non si può scherzare con un brand che, oltre al successo, ha potentemente rinnovato un immaginario lungo più di mezzo secolo.

Una volta dentro – sempre se l’hai comprato come optional, cosa che vale per l’80% delle caratteristiche di cui parliamo, altrimenti – di serie – hai solo il servizio d’allarme – l’auto è sostanzialmente in simbiosi con lo smartphone e in grado di esaudire ogni desiderio.
Hai bisogno d’indicazioni rapide?
Vuoi restare collegato a Facebook, Twitter, Foursquare, calcolare l’efficienza del tuo stile di guida o creare una playlist affine a freno e acceleratore?
Serve l’omonima applicazione, ovviamente, per vivere al meglio tutte le funzioni.
Poi devi collegare il dispositivo, finalmente anche Android, via Bluetooth o Usb.

Niente touch: a quel punto con la grossa manopola – che tuttavia ha anche untouchpad da controllare col tocco – o coi comandi sul volante potrai gestire tutte le funzioni visualizzate sul display della macchina, opzionale anche quello.

Come se non bastasse, Mini ha trovato un canale promozionale per il target italiano: Spotify.

spotify_mini
Come tutti sanno infatti Spotify può essere anche gratuito, a patto di ascoltare ogni 4-5 canzoni i messaggi pubblicitari.

Non meraviglia che sia stata Mini tra i primissimi a sfruttare la possibilità di farsi conoscere e RICONOSCERE tramite il servizio di ascolto di musica gratuito che sta rivoluzionando il settore musicale in tutto il mondo.

Se hai bisogno di un RICAMBIO per la tua AUTO affidati ad AutoricambiMultimarche.it!

Richiedi subito un preventivo GRATUITO oppure chiamaci al NUMERO VERDE 800093436: un nostro incaricato sarà a tua completa disposizione per aiutarti nella ricerca del ricambio o dell’accessorio adatto alla tua auto :-)

Proudly powered by WordPress   Premium Style Theme by www.gopiplus.com